915
Lectures Watched
Since January 1, 2014
Hundreds of free, self-paced university courses available:
my recommendations here
Peruse my collection of 275
influential people of the past.
View My Class Notes via:
Receive My Class Notes via E-Mail:

VIEW ARCHIVE


Contact Me via E-Mail:
edward [at] tanguay.info
Notes on video lecture:
I personaggi della Commedia: Virgilio e Beatrice
Choose from these words to fill the blanks below:
incomparabile, pagano, salva, poeti, colto, sapiente, compenetrati, particolare, Commedia, fungono, dantesco, antichità, Medioevo, latino, saggi, doloroso, personaggio, rapporto, terrena, bellezza, Eneide, tragica, difficoltà, ultraterrena, salvataggio, grammatica, conoscenze, medaglia, bugiardi, salvandolo
1. Virgilio
una figura del tutto                       
è presente nella Commedia come                       , come guida, ma nello stesso tempo è presente anche come autore
è difficile riassumere in poche parole l’enorme importanza di Virgilio nel                 
l'autore su cui si impara la                     
si leggono i testi di Virgilio per imparare il             , nelle scuole e nelle università
considerato il più grande poeta dell'                                , ma anche uno dei più grandi            dell'antichità: ad esempio gli allegoristi medievali
un mago et un grande                  che grazie alle sue                      di misteri neoplatonici arriva a essere un interprete dei segreti più nascosti
un metro di misura degli stili nel Medioevo, i suoi scritti                da parametro per gli stili medievali
Bucoliche
Georgiche
            
Virgilio nella Commedia
una figura               
prima di avere questo incarico da Beatrice di                        di Dante, vive eternamente nel Limbo, e nel Limbo poi, una volta conclusa la sua missione, tornerà per l'eternità
il Virgilio che noi incontriamo nella Commedia vive un momento eccezionale della sua esistenza                         
ha vissuto al tempo degli dei falsi e                 
assolutamente conscio di essere un poeta pagano e di non avere           
questa situazione crea una drammatica che fa da sfondo al                  tra Dante e Virgilio, un rapporto che si intensifica, diventa sempre più importante, più affettuoso, più patetico
Virgilio addirittura            Dante all'interno di Malebolge prendendolo tra le braccia
come una madre con il figlio                      dalle fiamme
e tuttavia questa intensificazione affettiva non fa altro che rendere ancora più                  il momento del distacco, il momento in cui Virgilio dovrà congedarsi da Dante, nel trentesimo del Purgatorio
ma questo distacco è necessario per un semplice motivo
Virgilio è un poeta             , e Dante come poeta ha una visione, superiore che travalica quella di Virgilio
Virgilio e Dante
parallelamente al confronto tra i due personaggi abbiamo il confronto tra i due           , e allora è molto interessante dire che l'alta tragedìa, che è il modo con cui Virgilio chiama la sua Eneide, alla fine del viaggio dantesco si rivelerà inferiore alla Comedìa di Dante
2. Beatrice
un ritorno nella                 
Beatrice si presenta a Dante esattamente nello stesso momento in cui Virgilio lascia il suo protetto, proprio quindi in un momento di grande                                    di Dante, di grande dolore
dove molti interpreti pensano sia da vedere il ricorso alla filosofia e alla ragione quale tentativo di raggiungere la felicità in questa vita               
una Beatrice che presenta due aspetti profondamente                          l'uno nell'altro
1. una                  assoluta, che si esprime soprattutto attraverso lo sguardo
2. una capacità di penetrare i misteri divini                           
questi due aspetti sono due facce della stessa                 
Beatrice sarà un momento, e nemmeno l'ultimo, del percorso                 

Flashcards:

After Dante comes the three guides
Dopo Dante vengono le tre guide
a very special figure
una figura del tutto particolare
because he is the only one to share
perché è l'unica a condividere
but at the same time
ma nello stesso tempo
It's difficult to summarize in a few words
È difficile riassumere in poche parole
one reads the texts
si leggono i testi
one of the greatest sages
uno dei più grandi saggi
as he taught us
come ci ha insegnato
the most hidden secrets
dei segreti più nascosti
a measure of styles
un metro di misura degli stili
act as a paramter
fungono da parametro
composition
componimento
the return of the golden age
il ritorno dell'età dell'oro
the fathers of the church
i Padri della Chiesa
of the advent of Christ
dell'avvento di Cristo
before he had this assignment
prima di avere questo incarico
once he has completed his mission
una volta conclusa la sua missione
we meet
incontriamo
and he is well aware of it
e ne è ben consapevole
conscious
conscio
despite the legend
nonostante la leggenda
which is the background to the relationship between
che fa da sfondo al rapporto tra
becomes more and more important
diventa sempre più importante
And yet
E tuttavia
the moment of detachment
il momento del distacco
will have to leave Dante
dovrà congedarsi da Dante
But this detachment is necessary for a simple reason
Ma questo distacco è necessario per un semplice motivo
indeed
appunto
which traverses that of Virgil
che travalica quella di Virgilio
So
Quindi
in parallel with the comparison between the two characters
parallelamente al confronto tra i due personaggi
then
allora
Then there is Beatrice
Vi è poi Beatrice
the so-called wonderful vision
la cosiddetta mirabile visione
Dante then affirms the will
Dante appunto afferma la volontà
not say more of this blessing
non dire più di questa benedetta
this discussion
questa trattazione
the most worthy, the highest
più degna, più alta
Beatrice comes to Dante
Beatrice si presenta a Dante
It is compared to an admiral
È paragonata a un ammiraglio
The accusations concern two arguments
I rimproveri riguardano due argomenti
first of all
innanzitutto
says Beatrice precisely
dice appunto Beatrice
surely soothing
sicuramente soave
I would say
direi
two sides of the same coin
due facce della stessa medaglia
and not the last one of the Dantesque path
e nemmeno l'ultimo, del percorso dantesco
he will leave
lascerà
the one who sweetly sang Maria
colui che in maniera più dolce ha cantato Maria
and in the name of Maria
e nel nome di Maria
the Comedy indeed ends
si chiude appunto la Commedia
We began by saying that
Siamo partiti col dire che
to sum up the extreme variety
riassumere l'estrema varietà
in a few words
in poche parole
However, one thing can be said
Tuttavia una cosa può essere detta
it affects
colpisce
on the one hand
da un lato
is miraculously represented
è rappresentata in modo mirabile
But I would say it would also be
Ma direi che sarebbe anche
like gestures
come i gesti
in the Middle Ages
nel Medioevo
individual characters
singoli personaggi
I'll make two last examples
Farò due ultimi esempi
behold, these are no longer human beings
ecco, questi non sono più creature umane
a gigantic, exalted heavenly amphitheater
un gigantesco, sterminato anfiteatro celeste
to take on an image
ricorre a un'immagine
However, this concreteness
Tuttavia questa concretezza
not only takes nothing away from it
non solo non toglie nulla alla
the immensity of the blessed rose
immensità della rosa dei beati
but it is exactly that which renders
ma è esattamente ciò che rende

Enhanced Transcription:

Dopo Dante vengono le tre guide (After Dante comes the three guides): Virgilio, Beatrice e san Bernardo di Chiaravalle.

Virgilio è una figura del tutto particolare (a very special figure), perché è l'unica a condividere (because he is the only one to share) con Dante stesso (same?) una prerogativa essenziale, cioè un doppio statuto: Virgilio è presente nella Commedia come personaggio, come guida, ma nello stesso tempo (but at the same time) è presente anche come autore.

È difficile riassumere in poche parole (It's difficult to summarize in a few words) l’enorme importanza di Virgilio nel Medioevo.

Virgilio è l'autore su cui si impara la grammatica (from whom one learns grammar), si leggono i testi (one reads the texts) di Virgilio per imparare il latino, nelle scuole e nelle università.

Virgilio è considerato il più grande poeta dell'antichità, ma anche uno dei più grandi saggi (one of the greatest sages) dell'antichità: così (so), ad esempio, gli allegoristi medievali.

Tuttavia Virgilio è anche addirittura (even?), come ci ha insegnato (as he taught us) Domenico Comparetti in un libro molto bello: Virgilio nel Medioevo, un mago (a magician, un grande)sapiente (scholar) che grazie alle sue conoscenze di misteri neoplatonici arriva a essere un interprete dei segreti più nascosti (the most hidden secrets).

Ma Virgilio è anche, e le opere di Virgilio sono anche, un metro di misura degli stili (a measure of styles) nel Medioevo: cioè Bucoliche, Georgiche ed Eneide fungono da parametro (act as a paramter) per gli stili medievali.

E ultimo, ma non ultimo per importanza, Virgilio scrive un componimento (composition), la quarta Egloga (Egloga?), in cui si parla della nascita di un bambino, di un puer (puer?), che preannuncerà il ritorno dell'età dell'oro (the return of the golden age), e nel Medioevo i Padri della Chiesa (the fathers of the church) interpretano la nascita di questo bambino come una anticipazione, una sorta di illuminazione virgiliana dell'avvento di Cristo (of the advent of Christ).

E questo è il grande Virgilio medievale.

Ma che cosa è Virgilio nella Commedia?

Virgilio nella Commedia è una figura tragica, perché prima di avere questo incarico (before he had this assignment) da Beatrice di salvataggio di Dante, vive, per modo di dire, eternamente nel Limbo, e nel Limbo poi, una volta conclusa la sua missione (once he has completed his mission), tornerà per l'eternità.

Il Virgilio che noi incontriamo (we meet) nella Commedia vive un momento eccezionale della sua esistenza ultraterrena, e ne è ben consapevole (and he is well aware of it).

Presentandosi Virgilio dirà che lui ha vissuto al tempo (has lived during the time) degli dei falsi e bugiardi (liars) quindi Virgilio è assolutamente conscio (conscious) di essere un poeta pagano e di non avere colto, nonostante la leggenda (despite the legend) del Virgilio che abbiamo detto in precedenza, la rivelazione cristiana.

Questa situazione crea una vera e propria quinta (fifth?) drammatica che fa da sfondo al rapporto tra (which is the background to the relationship between) Dante e Virgilio, un rapporto che si intensifica, diventa sempre più importante (becomes more and more important), più affettuoso, più patetico (Virgilio addirittura salva (even saves) Dante all'interno di Malebolge prendendolo tra le braccia, proprio come fa, dice (just as he does, says?). Dante, una madre con il figlio salvandolo dalle fiamme (a mother with her son saving him from the flames/)).

E tuttavia (And yet) questa intensificazione affettiva non fa altro che rendere ancora più doloroso il momento del distacco (the moment of detachment), il momento in cui Virgilio dovrà congedarsi da Dante (will have to leave Dante), nel trentesimo del Purgatorio.

Ma questo distacco è necessario per un semplice motivo (But this detachment is necessary for a simple reason): che, appunto (indeed), Virgilio è un poeta pagano, e che Dante come poeta ha una visione, diciamo così, superiore, una visione che travalica quella di Virgilio (which traverses that of Virgil).

Quindi (So) parallelamente al confronto tra i due personaggi (in parallel with the comparison between the two characters) abbiamo il confronto tra i due poeti, e allora (then) è molto interessante dire che l'alta tragedìa, che è il modo con cui Virgilio chiama la sua Eneide, alla fine del viaggio dantesco si rivelerà inferiore alla Comedìa di Dante.

Vi è poi Beatrice (Then there is Beatrice): quello di Beatrice è in realtà un ritorno nella Commedia, perché nella parte finale della Vita nuova, la cosiddetta mirabile visione (the so-called wonderful vision), Dante appunto afferma la volontà (Dante then affirms the will) di "non dire più di questa benedetta (not say more of this blessing) infino a tanto che io potessi più degnamente trattare di lei (more dearly deal with her)".

E questa trattazione (this discussion), questa trattazione più degna, più alta (the most worthy, the highest), sicuramente non si può fare a meno di riconoscere (cannot help but acknowledge?) che sia la Commedia.

Beatrice si presenta a Dante (Beatrice comes to Dante) esattamente nello stesso momento in cui Virgilio lascia il suo protetto (leaves her protected), proprio quindi in un momento (just in a moment?) di grande difficoltà di Dante, di grande dolore, e per altro gli va incontro in maniera tutt'altro che dolce (he finds him in a way that is far from gentle), tutt'altro che amorevole, ma rimproverandolo aspramente (loving, but scolding him bitterly).

È paragonata a un ammiraglio (It is compared to an admiral), quindi ha una espressione, ha un atteggiamento assolutamente marziale (an absolutely martial attitude).

I rimproveri riguardano due argomenti (The accusations concern two arguments): innanzitutto (first of all) l'essersi rivolto (turning to her) e l'avere cantato altre donne dopo la morte di Beatrice, dopo il 1290, e secondariamente avere seguito (secondly having followed), dice appunto Beatrice (says Beatrice precisely), immagini false di bene (false images of the good), dove molti interpreti pensano sia da vedere il ricorso alla filosofia e alla ragione quale tentativo di raggiungere la felicità in questa vita terrena (as an attempt to achieve happiness in this earthly life).

Ma naturalmente questo non è l'unico volto di Beatrice (the only face of Beatrice): è necessario che Dante espii le proprie colpe (expiate his own faults), siamo nel Purgatorio, appunto (precisely), per poi accedere al Paradiso (enter paradise); e la Beatrice del Paradiso è una Beatrice sicuramente soave (surely soothing), una Beatrice che presenta, direi (I would say), due aspetti profondamente compenetrati (permeating?) l'uno nell'altro, cioè una bellezza assoluta, che si esprime soprattutto attraverso lo sguardo (which is mainly expressed through the glance), e una capacità di penetrare i misteri divini incomparabile; questi due aspetti sono due facce della stessa medaglia (two sides of the same coin).

Tuttavia la Commedia non è l'apoteosi di Beatrice.

Beatrice sarà un momento, e nemmeno l'ultimo, del percorso dantesco (and not the last one of the Dantesque path); lascerà (he will leave) il posto a San Bernardo di Chiaravalle, il doctor mellifluus, colui che in maniera più dolce ha cantato Maria (the one who sweetly sang Maria), e nel nome di Maria (and in the name of Maria) si chiude appunto la Commedia (the Comedy indeed ends).

Siamo partiti col dire che (We began by saying that) la Commedia è un grande poema corale.

Ora è impossibile riassumere l'estrema varietà (to sum up the extreme variety) e quantità di personaggi presenti nel poema in poche parole (in a few words).

Tuttavia una cosa può essere detta (However, one thing can be said): il carattere concreto, la concretezza e l’intensità dell'apparizione di questi personaggi, che aveva colpito anche (which had also hit) Hegel: nelle Lezioni di estetica, Hegel dice che i personaggi della Divina commedia sono come statue, sono immobilizzati, pietrificati dall'istante che ha determinato il loro destino ultraterreno.

Ed effettivamente colpisce (it affects) questa capacità dantesca di sintesi estrema (extreme synthesis), questa intensità che tiene insieme due elementi apparentemente opposti, come la All’eterno dal tempo. 

La Commedia di Dante visività (visuality), la icasticità (icasticità?) da un lato (on the one hand), e dall'altro l'esaltazione della sostanza percettiva (exaltation of the perceptive substance?), l'estrema concretezza percettiva delle visioni e delle apparizioni dantesche.

Questa capacità di sintesi è rappresentata in modo mirabile (is miraculously represented), assoluto, in personaggi la cui esistenza terrena (whose earthly existence) è addirittura compendiata in un endecasillabo (endecasillabo?), in un verso solo: pensiamo a Pia de’ Tolomei: "Siena mi fè, disfecemi (tells me, we defeated) Maremma".

Ma direi che sarebbe anche (But I would say it would also be) poco fare riferimento alla grande arte musaica (mosaic) dantesca; Dante non lavora solo con le parole, ma rappresentando anche realtà molto concrete come i gesti (like gestures), il gesto che nel Medioevo (in the Middle Ages) è così rilevante come elemento simbolico; chi non ricorda il gesto blasfemo del ladro (the thief) Vanni Fucci, che indirizza a Dio (it addresses to God) una sorta di gesto irripetibile?

O chi non ricorda l'abbraccio affettuoso (affectionate embrace) di Sordello al suo conterraneo (to his fellow?) Virgilio nel Purgatorio?

Dunque questa intensità si realizza sui singoli personaggi (individual characters), ma direi si realizza anche sulle grandi scene e sulle categorie di personaggi.

Farò due ultimi esempi (I'll make two last examples): il primo è quello dei traditori della Giudecca, i peggiori di tutti (the worst of all), che sono immobilizzati nel ghiaccio (ice?) di Cocito, e che Dante dice che sono “come festuca in vetro (how it fits in glass)”; ecco, questi non sono più creature umane (behold, these are no longer human beings), sono fossili immobilizzati per sempre (our fossilized immobile forever); e un esempio opposto, paradisiaco (paradisiac?), è quello della rappresentazione della rosa dei beati: un gigantesco, sterminato anfiteatro celeste (a gigantic, exalted heavenly amphitheater), per rendere il quale Dante ricorre a un'immagine (to take on an image) assolutamente concreta, l'immagine di un colle (the image of a hill) che si riflette su uno specchio d'acqua; è un'immagine che mette i brividi (shivering), ed è un'immagine estremamente concreta.

Tuttavia questa concretezza (However, this concreteness), questa limitatezza non solo non toglie nulla alla (not only takes nothing away from it), invece, immensità della rosa dei beati (the immensity of the blessed rose), ma è esattamente ciò che rende (but it is exactly that which renders) in maniera più efficace questa intensità.

Titolo e struttura del poema
I personaggi della commedia Dante
I personaggi della Commedia: Virgilio e Beatrice